Scritti su Etty Hillesum in italiano

Letteratura su Etty Hillesum in italianoQuesta pagina contiene una bibliografia della letteratura secondaria dedicata all’opera hillesumiana. Ho denominato il documento ‘Scritti su Etty Hillesum in italiano’ ed elencato i volumi in ordine alfabetico per autore. Sono rimasti fuori dalla bibliografia gli articoli, siti web e altri riferimenti. Complessivamente arriviamo a oltre cinquanta pubblicazioni. Ho creato elenchi separati per le riviste che hanno dedicato un numero speciale alla Hillesum, alle traduzioni dal francese, inglese e nederlandese. Perdonatemi se manca un titolo e scrivetemi!

Le monografie in  italiano

  1. Adinolfi, Isabella. 2011. Etty Hillesum. La fortezza inespugnabile. Un persorso etico-religioso nel dramma della Shoah. Prefazione di Giancarlo Gaeta. Il Melangolo, Genova.
  2. Angeli, Sylvia. 2011. Etty Hillesum. Le pratiche di scrittura come trasformazione. Edizioni universitarie romane, Roma.
  3. Barban, Alessandro e Antonio Carlo Dall’Acqua. 2012. Etty Hillesum. Osare Dio. Cittadella, Roma, 20132.
  4. Bonanate, Mariapia. 2012. Io sono qui. Il mistero di una vita sospesa. Mondadori, Milano.
  5. Bovo, Giuseppe. 2009. Il dodicesimo quaderno. Gli ultimi 83 giorni di Etty Hillesum ad Auschwitz. Edizioni La Meridiana, Molfetta.
  6. Breggia, Luciana. 2011. Parole con Etty. Un itinerario verso il presente. Introduzione di Gabriella Caramore. Claudiana, Milano.
  7. Brogi, Franco. 2020. Di questi tempi. Rileggendo Etty Hillesum al tempo del Coronavirus. Toscana Oggi, Firenze.
  8. Claveria, José. et al (a cura di). 2019. Etty Hillesum. Il cielo vive dentro di me. Società Editrice Fiorentina, Firenze.
  9. Coccia, Maria. 2014. Etty Hillesum. L’amore oltre la giustizia. Prefazione di Angela Ales Bello. Edizioni universitarie romane, Roma.
  10. De Vecchi, Daniele. 2018. Etty Hillesum. Mistica. La ragazza che non sapeva inginocchiarsi. Pazzini editore, Villa Verucchio.
  11. Dobner, Cristina. 2012. Il volto. Principio di interiorità: Edith Stein, Etty Hillesum. Marietti, Genova.
  12. Epicoco, Luigi M. 2013. Etty Hillesum. Introduzione ad una donna. Tau editrice, Todi. [La prima edizione uscì con un titolo diverso: Il Dio salvato. Etty Hillesum tra storia e profezia, Nova itinera, Roma 2006. Comprende una bibliografia e alcune illustrazioni.]
  13. Ferri, Edgarda. 2017. Un gomitolo aggrovigliato è il mio cuore. Vita di Etty Hillesum. La nave di Teseo, Milano.
  14. Fimiani, Antonella. 2017. Donna della parola. Etty Hillesum e la scrittura che dà origine al mondo. Apeiron Editori, Sant’Oreste.
  15. Fisogni, Primavera. 2019. La profondità del bene. Etty Hillesum e la metafisica della vita buona nei tempi bui.
  16. Gaeta, Giancarlo. 2012. Il privilegio di giudicare. Scritti su Etty Hillesum. Apeiron Editori, Sant’Oreste, 2016.
  17. Gentilini, Antonio. 2014. «Sarò io ad aiutare Dio». Il cammino spirituale di Etty Hillesum. Àncora, Milano.
  18. Gomel, Sara. 2020. Parole mie con voce tua. Etty Hillesum e l’esperienza del raccontarsi. Castelvecchi, Roma.
  19. Iacopini, Beatrice e Sabina Moser. 2009. Uno sguardo nuovo. Il problema del male in Etty Hillesum e Simone Weil. Edizioni San Paolo, Milano. [La prima parte della monografia è dedicata a Etty Hillesum.]
  20. Lerro, Lucrezia. 2016. Il contaggio dell’amore. Etty Hillesum e Julius Spier. Edizioni San Paolo, Cinisello Balsamo.
  21. Manara, Fulvio Cesare e Gerrit Van Oord (a cura di). 2009. Quaderno di informazione e ricerca Con Etty Hillesum. Vol. 1. Apeiron Editori, Sant’Oreste.
  22. Marcolivio, Pia. 2005 Forme del destino. Etty Hillesum. Prefazione di Francesco Fistetti. Palomar, Bari.
  23. Mazziotti, Maria Pia e Gerrit Van Oord (a cura di). 2002. Etty Hillesum. Diario 1941-1943. Un mondo ‘altro’ è possibile. Apeiron Editori, Sant’Oreste.
  24. Merlatti, Graziella. 2013. Etty Hillesum. Un cuore pensante, Àncora Editrice, Milano, 19981.
  25. Miconi, Emanuela. 2015. Etty Hillesum. La forma perfetta. Prefazione di Roberto Celada Ballanti. Il Margine, Trento.
  26. Neri, Nadia. 1999. Un’estrema compassione. Etty Hillesum testimone e vittima del Lager. Bruno Mondadori, Milano. Ristampa Borla, Roma, 2011.
  27. Noccelli, Maria Giovanna. 2004. Oltre la ragione. Risonanze filosofiche dal pensiero e dall’itinerario di Etty Hillesum. Apeiron Editori, Sant’Oreste.
  28. Pantanella, Giorgio. 2012. Etty Hillesum. La ragazza che ospitò Dio. Pazzini editore, Villa Verucchio.
  29. Romeo, Enzo. 2017. Diari a confronto. Anna Frank e Etty Hillesum. Trad. it. Stefano Musili, Ancora, Roma.
  30. Rotondo, Arianna. 2021. Uno zaino già pronto per il viaggio. Scritti su Etty Hillesum. Duetredue, Catania.
  31. Scarsato, Fabio. 2013. Francesco d’Assisi e Etty Hillesum. Edizioni Messaggerie, Padova.
  32. Semeraro, Fratel MichaelDavide. 2005. Etty Hillesum: Dio matura. Un viaggio in quaranta tappe. Prefazione di André Louf. Edizioni La Meridiana, Molfetta.
  33. Semeraro, Fratel MichaelDavide. 2013. Etty Hillesum. Umanità radicata in Dio. San Paolo, Milano.
  34. Semeraro, Fratel MichaelDavide. 2021. Etty Hillesum. Dio matura. In Quaresima con Etty Hillesum. San Paolo Edizioni, Milano. [Riprende l’edizione del 2005, rivista e ampliata.]
  35. Tommasi, Wanda. 2002. Etty Hillesum. L’intelligenza del cuore. Edizioni Messaggero, Padova 2002.
  36. Van Oord, Gerrit (a cura di). 1990. L’esperienza dell’altro. Studi su Etty Hillesum. Apeiron Editori, Sant’Oreste.
  37. Van Oord, Gerrit (a cura di). 2013. Etty Hillesum. Studi sulla vita e l’opera. Apeiron Editori, Sant’Oreste.

Periodici numeri speciali

  1. Deriù, Marco (a cura di). 1996. La resistenza esistenziale di Etty Hillesum. Alfazeta 60, Edizione Istituto storico della resistenza, Parma.
  2. Terzi, M.G. (a cura di). 2000. Il pensiero di un’estrema passione. Atti degli incontri di Torino su Etty Hillesum.
  3. Bolpin, Carlo. (a cura di). 2014. Etty Hillesum. … Solo per amore. Esodo, Mestre.

Ragazzi

  1. Corradini, Matteo. 2017. Siamo partiti cantando. Etty Hillesum, un treno, dieci canzoni. rueBallu, Palermo.

Le traduzioni dal francese

  1. Berger, Karima. Anime attente. Dialogo con Etty Hillesum. Paoline, Milano. Titolo originale: Les Attentives. Un dialogue avec Etty Hillesum. Albin Michel, Paris, 2014.
  2. Bériault, Yves. 2013. Etty Hillesum. Testimone di Dio nell’abisso del male. Paoline, Milano. Titolo originale: Etty Hillesum. témoin de Dieu dans l’abîme du mal. Préface de Jean Vanier. Médiaspaul, paris. 2010.
  3. Dreyer, Pascal. 2000. Etty Hillesum. Una testimonianza del Novecento. Con una nota di Marcella Filippa. Roma. Trad.it. Roberto Cincotta. Titolo originale: Etty Hillesum. Une voix bouleversante. Desclée de Brouwer, Paris, 1997.
  4. Ferrière, Pierre e Isabelle Meeus-Michiels. 2006. Etty Hillesum. Paoline, Milano. Titolo originale: Avec Etty Hillesum. Nouvelle Cité, Bruyere-le-Chatel, 2017.
  5. Frank, Evelyn. 2005. Con Etty Hillesum. Alla ricerca della felicità, un cammino inatteso. Gribaudi Editore, Milano. Trad.it. P. Florioli. Titolo originale: Etty Hillesum. Dans la quête du bonheur, un chemin inattendu. Une lecture d’Une vie bouleversée et des Lettres de Westerbork, Editions Labor et Fides, Genève, 2002.
  6. Germain, Silvie. 2000. Etty Hillesum. Una coscienza ispirata. Edizioni Lavoro, Roma. Trad.it. Maurizio Ferrara. Titolo originale: Etty Hillesum. Édition Pygmalion / Gérard Watelet à Paris, 1999.
  7. Granstedt, Ingmar. 2003. Ritratto di Etty Hillesum. Paoline Editoriale, Milano. Trad.it. Laura Passerone. Titolo originale: Portrait d’Etty Hillesum. Desclée de Brouwer, Paris, 2001.
  8. Lebeau, Paul. 2000. Etty Hillesum. Un itinerario spirituale. Amsterdam 1941 Auschwitz 1943, Paoline Editoriale, Milano. Trad.it. Laura Passerone. Titolo originale: Etty Hillesum. Un itinéraire spirituel. Amsterdam 1941-Auschwitz 1943. Fidélité/Editions Racine, Bruxelles, 1998.

Le traduzioni dall’inglese

  1. Woodhouse, Patrick. 2010. Credo in Dio e negli uomini. Storia di Etty Hillesum. Prefazione di Rowan Williams. Arcivescovo di Canterbury. Lindau, Torino. 20182. Trad. it. Gianluca Perrini. Titolo originale: Etty Hillesum. A Life Transformed. Continuum, London / New York 2009.

Le traduzioni dal nederlandse

  1. Smelik, Klaas A.D. 2013. Il concetto di Dio in Etty Hillesum. A cura di Gerrit Van Oord. Apeiron Editori, Sant’Oreste.
  2. Smelik, Klaas A.D. 2014 Odio e inimicizia in Etty Hillesum. A cura di Gerrit Van Oord. Apeiron Editori, Sant’Oreste.
  3. Van den Brandt, Ria. 2011. Etty Hillesum. Amicizia, ammiratori, mistica.  A cura di Gerrit Van Oord. Trad.it. Claudia Palermo (cap. III), Gerrit Van Oord (cap. I e II). Apeiron Editori, Sant’Oreste 2011.

Per la Bibliography generale in pdf cliccate qui.

 

Etty Hillesum Bibliografia generale

Etty Hillesum Bibliografia generale

La pagina seguente offre informazioni su uno strumento di lavoro assai utile: la “Etty Hillesum Bibliografia generale”. La Bibliografia fornisce in primo luogo i riferimenti precisi alle edizioni degli scritti di Etty Hillesum, a partire dalla prima pubblicazione che uscì nell’autunno del 1943. In secondo luogo propone l’elenco delle traduzioni finora realizzate. Per ultimo vi sono in ordine alfabetico d’autore i libri e gli articli dedicati all’opera e la persona della Hillesum. Klaas A.D. Smelik raccoglie da molti anni ormai le informazioni bibliografiche che riesce a rintracciare e che i molti studiosi da tutto il mondo gli fanno avere.

Il documento è stato aggiornato e preparato nel mese di giugno del 2020. Comprende in totale 59 pagine. Il file è scaricabile in formato pdf: Bibliography.

L’Annuario ‘Cahiers Etty Hillesum’

Nella primavera del 2020 è stato pubblicato nei Paesi Bassi il primo numero del nuovo annuario Cahiers Etty Hillesum. È la continuazione della precedente serie Etty Hillesum Studies – vedi il paragrafo seguente. L’intento dei Cahiers è di offrire una piattaforma per la pubblicazione dei risultati delle ricerche condotti sull’opera e l’ambiente culturale-storico della scrittrice. Ai Cahiers è dedicato anche un sito web. Per ora però solo in nederlandse. Ecco il link: Cahiers Etty Hillesum. I numeri usciti finora sono:

  1. Etty Hillesum over God en lot. (Oud-Turnhout, Gompel&Svacina, 2023). Vedere qui per i dettagli.
  2. Etty Hillesum en haar zoektocht in oorlogstijd. (Oud-Turnhout, Gompel&Svacina, 2021). Vedere qui per i dettagli.
  3. Etty Hillesum en de receptie van haar dagboeken. (Oud-Turnhout, Gompel&Svacina, 2020). Vedere qui per i dettagli.

L’Annuario precedente: ‘Etty Hillesum Studies’

La serie Etty Hillesum Studies fu pubblicato dal Etty Hillesum Onderzoekscentrum (EHOC) di Middelburg. L’allora fondatore e direttore dell’EHOC Klaas A.D. Smelik ne fu anche il caporedattore. Dal 2011 prese la forma e la regolarità di un annuario. Uscirono in totale dieci numeri. Segue l’elenco completo:

  1. Etty Hillesum in facetten (Budel, Damon, 2003) Copertina
  2. Etty Hillesum in context (Assen, Van Gorcum, 2007) Copertina
  3. Etty Hillesum in discours (Gent, Academia Press, 2011) Copertina
  4. Etty Hillesum in perspectief (Gent, Academia Press, 2012) Copertina
  5. Etty Hillesum in relatie (Gent, Academia Press, 2013) Copertina
  6. Etty Hillesum 1914-2014 (Antwerpen/Apeldoorn, Garant, 2014) Copertina
  7. Etty Hilesum weer thuis in Middelburg (Antwerpen/Apeldoorn, Garant, 2015) Copertina
  8. Etty Hillesum in weerwil van het Joodse vraagstuk (Antwerpen/Apeldoorn, Garant, 2016) Copertina
  9. Etty Hillesum en het pad naar zelfverwerkelijking (Antwerpen/Apeldoorn, Garant, 2017) Copertina
  10. Etty Hillesum en de contouren van haar tijd (Oud-Turnhout, Gompel&Svacina, 2018) Copertina

 

Etty Hillesum l’Opera integrale in italiano

La pubblicazione dell’opera integrale di Etty Hillesum in italiano è avvenuta in due fasi. Nel mese di novembre 2012 fu reso disponibile in un singolo volume tutta la produzione diaristica della scrittrice. L’anno seguente la stessa casa editrice Adelphi pubblicò il carteggio in un’edizione separata. I due volumi insieme costituiscono l’opera integrale in italiano degli scritti di Etty Hillesum. In quest’articolo approfondisco aspetti cruciali delle versione italiana delle opere hillesumiane, che si basano sui testi stesi dall’autrice. Spiegerò in secondo luogo la struttura dell’edizione critica che vide la luce ad Amsterdam nel 1986. E per ultimo un riepilogo delle traduzioni dell’opera integrale in altre lingue.

Il Diario 1941-1942

La traduzione italiana del diario e delle lettere è stata condotta sulla quinta edizione nederlandse che è del 2008, sulla quale tornerò nel seguito. I suoi primi testi diaristici erano tuttavia già disponibili nell’antologia del 1985, mentre una parziale edizione delle lettere uscì nel 1989. Quindi tra le due antologie e l’opera integrale passarono all’incirca venticinque anni. Vediamo ora le caratterische delle due edizioni italiane.

Per le informazioni bibliografiche fa fede, come si sa, il frontespizio ovvero la pagina che riporta il titolo per esteso, il nome dell’autore, del curatore, della casa editrice, ecc. Ecco le informazioni della nostra edizione:

Etty Hillesum, Diario 1941-1942.
Edizione diretta da Klaas A.D. Smelik.
Testo critico stabilito da Gideon Lodders e Rob Tempelaars

Etty Hillesum l'Opera integrale in italiano

Pare tutto corretto e in linea con l’originale nederlandese, della quale riporto i dati più in là. Tuttavia  quest’informazioni sono quelle presenti sul frontespizio della seconda e le seguenti edizioni di Adelphi.

La prima edizione

La vicenda che riguarda la prima edizione del novembre 2012 si rivelò ben diverso. Dal punto di vista bibliografico fu un vero pasticcio. Ecco cosa v’è scritto sul frontespizio:

Etty Hillesum, Diario 1941-1943.
Edizione integrale a cura di Jan Geurt Gaarlandt

Ogni lettore o lettrice delle opere di Etty Hillesum sa che i quaderni diaristici furono stesi da lei nel periodo che va dal 8 marzo 1941 al 13 ottobre 1942. Non ci sono pervenuti quaderni diaristici scritti da Etty Hillesum oltre il 13 ottobre del 1942. Davvero imbarazzante fu la presenza del nome del curatore della prima antologia del 1981, cioè, di J.G. Gaarlandt, poi pubblicata in italiano nel 1985, invece di quello del curatore dell’opera critica del 1986. Tale edizione fu il resultato del meritevole lavoro del professore universitario Klaas A.D. Smelik e il gruppo di lavoro da lui guidato. Con la seconda edizione adelfiana l’errore sparì, ma purtroppo le migliaia di copie della prima edizione avevano già trovate il loro posto nelle biblioteche private e pubbliche. Un effetto negativo a lungo termine è la presenza nelle bibliografie di riferimento negli studi d’origine italiano, per esempio nella saggistica o le tesi di laurea o di dottorato.

Le edizioni del Diario

Vediamo in dettaglio l’edizione italiana del Diario e in seguito delle Lettere.

  • Prima edizione, ottobre 2012.
  • Seconda edizione, s.d.
  • Terza edizione, s.d.
  • Quarta edizione, 2014.

Il Diario si sviluppa da pagina 27 a pagina 797. Seguono le Note, la Bibliografia e l’Indice dei nomi. In totale 922 pagine.

Nel volume non si fa alcun riferimento a un curatore dell’edizione. Invece i nomi delle traduttrici vi sono: Chiara Passanti e Tina Montone. La prima è stata la traduttrice dell’edizione antologica che uscì nel 1986. La sua traduzione è stata incorporata nella nuova edizione integrale, tradotto da Tina Montone. Ada Vigliani ha curato la traduzione italiana delle molte pagine in tedesco. Etty Hillesum scrisse correntemente nella lingua madre di Julius Spier e inoltre citò il poeta Rilke in tedesco.

Le Lettere

L’edizione delle Lettere, uscita per la prima volta nell’autunno del 2013, non pare abbia subito vicende editoriale particolari come la prima edizione del Diario di cui sopra. Il titolo preciso sul il frontespizio è :

Etty Hillesum, Lettere 1941-1943.
Edizione diretta da Klaas A.D. Smelik.
Testo critico stabilito da Gideon Lodders e Rob Tempelaars.

Nel colofon della prima edizione del mese di ottobre 2013 v’è però una piacevole novità. Dopo i nomi delle tre traduttrici qui sopra riportati, appaia la seguente dicitura:

Cura editoriale di Roberto Cazzola con la collaborazione di Claudia Di Palermo.

Per fortuna all’interno della casa editrice Adelphi qualcosa era cambiata. Roberto Cazzola, per lunghi anni editor presso la casa editrice Einaudi di Torino, ha fatto in modo che le prossime edizioni delle opere di Etty Hillesum erano corrette. Claudia Di Palermo è una delle più accreditate traduttrici dal nederlandese.

Nel volume le lettere vanno dalla pagina 9 alla pagina 190. Seguono un Appendice, le Note, la Bibliografia e l’Indice dei nomi. Per un totale di 269 pagine.

“De nagelaten geschriften” ovvero Gli scritti postumi

La prima edizione critica degli scritti che Etty Hillesum ci aveva lasciato, vide la luce ad Amsterdam nel 1986. Nel mese di maggio del 2021 è stata pubblicata la settima edizione di quest’opera. Il volume raccoglie, in un’edizione accuratamente annotata, tutto il materiale pervenutoci a quell’epoca. Il termine “edizione critica” si riferisce alla filologia ed è per la sua stessa natura solo applicabile al testo in lingua originale e non a una traduzione.

Etty Hillesum l'Opera integrale in italiano

Informazioni bibliografiche

Tutte le edizioni delle opera di Etty Hillesum hanno in comune le seguenti caratteristiche: Il curatore è Klaas A.D. Smelik. I filologi Gideon Lodders e Rob Tempelaars hanno stabilito il testo critico in base ai manoscritti e curato l’Apparato in cui danno conto del loro operare.

Il volume si compone cosi:

32 illustrazioni b/n
Prefazione di Edward van Voolen
Introduzione di Klaas A.D. Smelik
Una biografia di Etty Hillesum (1914-1943) di Klaas A.D. Smelik
Il volume contiene inoltre le Note, l’Apparato critico, Indice dei nomi e una Bibliografia. A partire dalla quarta l’edizione ha un’Appendice in cui trovano posto i testi pervenuteci nel corso degli anni. Tutte le edizioni sono state pubblicate dalla casa editrice Balans di Amsterdam.

  1. Prima edizione. Il titolo è: ETTY: De nagelaten geschriften van Etty Hillesum 1941-1943. Oktober 1986. xvi-874 pp. Copertina.
  2. Seconda edizione, è uguale alla prima. Febbraio 1987.
  3. Terza edizione riveduta. Aprile 1991. Copertina.
  4. Quarta edizione riveduta e ampliata. Settembre 2002. xvi-883 pp. Formato 14×22 cm. Copertina.
  5. Quinta edizione riveduta e ampliata. Gennaio 2008. xviii-893 pp. Formato 14×22 cm. Copertina.
  6. Sesta edizione riveduta e ampliata. Con questa edizione cambia il titolo: Etty Hillesum: Het werk 1941-1943. Settembre 2012. xviii-891 pp. Formato 16,5×23.5 cm. Copertina.
  7. Settima edizione riveduta e ampliata. Cambia nuovamente il titolo: Etty Hillesum: Het verzameld werk 1941-1943. Maggio 2021. xviii-891 pp. Formato 16,5×23.5 cm. Copertina

Tutte le traduzioni degli scritti postumi

Fino a oggi sono state pubblicate quattro traduzioni degli scritti. La traduzione tedesca è l’ultima. Ecco l’elenco cronologico delle edizioni:

  1. Inglese, 2002. Etty. The Letters and Diaries of Etty Hillesum. 1941-1943, complete and unabridged edited by Klaas A.D. Smelik, transl. by Arnold J. Pomerans, Gran Rapids/Michigan – Cambridge U.K, William B. Eerdmans Pub. Co. / Saint Paul University, Ottawa, Novalis, 2002.
  2. Francese, 2008. Etty. Les écrits d’Etty Hillesum. Journaux et Lettres, 1941-1943, Édités sous la direction de Klaas A. D. Smelik. Texte établi par Gideon Lodders et Rob Tempelaars, trad. du néerlandais et de l’allemand par Philippe Noble, avec la collaboration d’Isabelle Rosselin, Édition intégrale, Paris, Éditions du Seuil, 2008.
  3. Italiana, 2012 (diario) e 2013 (lettere). Vedere sopra.
  4. Spagnola, 2020.
  5. Tedesca, 2023.

Note a Etty Hillesum l’Opera integrale in italiano

  • Un rigraziamento va a Klaas A.D. Smelik.
  • Più informazioni riguardante le edizioni critiche vedere qui.